capelli rosa, come farli

Ho sempre pensato che certe “follie” vadano fatte senza pensarci su, senza troppi se o troppi ma, soprattutto quando si parla di capelli.

Ed io posso asserire con fierezza di essere una che – almeno in fatto di chioma – non si tira di certo indietro. Dovrei forse raccontarvi di tutte le mie pazzie. Di quella volta che sono stata bionda per meno di 8h o di quando ho tagliato i capelli a spazzola, o ancora di quando ho fatto da modella per un giorno per la Wella e a fine serata mi sono ritrovata con i capelli corti, rasati da una parte e di tre colori differenti: rosso mogano con punti luce rosso fuoco e viola. Mi dicevano, crescendo cambierai idea, beh non credo proprio.

Quindi capirete bene che ho una certa esperienza in materia, da quando poi ho ceduto al rosa, non solo ho dovuto prendermi maggiormente cura della mia chioma ma ho ricevuto talmente tante domande in merito che ho deciso di scrivere questo articolo.

Lo so, ci ho messo davvero tanto e lo pubblico solo ora che dal rosa sono passata al viola, ma il discorso è lo stesso, qualsiasi sia il colore pastello (o strambo se preferite!) scelto.

Come fare i capelli rosa o viola, azzurri…insomma, come avere una testa degna di un unicorno?

Se siete bionde (naturali o tinte poco importa) allora partite già avvantaggiate. Non dovrete ricorrere a decolorazioni o altro e soprattutto, potrete anche colorarvi i capelli comodamente a casa (ma di questo parleremo tra poco). Se invece come me, avete i capelli castani o neri, allora sappiate che dovrete ricorrere necessariamente ad una decolorazione. È bene che lo mettiate in conto, i capelli vanno schiariti e questo implica anche che verranno sottoposti ad un forte stress e che – molto probabilmente – non li avrete più come prima per molto, molto tempo. Altra cosa a cui pensare prima di decidere se fare questo passo o meno è che questo genere di colore richiede tanta cura e mantenimento; si tratta infatti di tinte che vanno via con pochi lavaggi per cui dovrete armarvi di santa pazienza e fare ogni tot di giorni, un bagno di colore.

Fatte queste necessarie premesse, se siete ancora convinte di farvi rosa, ecco le risposte a tutte le domande che mi avete fatto sui vari social e su instagram su come avere i capelli rosa.

1. Bisogna per forza decolorare i capelli? I colori come il rosa, il viola, l’azzurro prendono solo su capelli chiari, quindi se siete more, dovete prima fare una decolorazione. È così purtroppo, inutile girarci intorno, questo effetto unicorno lo potrete ottenere soltanto se scenderete a compromessi, ossia schiarirete i vostri capelli. Vi sconsiglio caldamente di fare da sole se non siete esperte, rischiereste davvero di fare qualche danno e ritrovarvi con i capelli bruciati. Il mio consiglio è quello di affidarvi ad una professionista ( ecco perché sono andata ad occhi chiusi dalla mia hairstylist del cuore, Grazia Caporale di Compagnia della Bellezza). Io ho dovuto fare ben due decolorazioni (a distanza di qualche mese) perché partivo da una base scura, anzi in quel momento ero rossa. A tal proposito sappiate che per evitare l’effetto pink gold, come l’ho ribattezzato edulcorando l’effetto finale – in realtà mi riferisco all’effetto aranciato dovuto al giallo dei capelli decolorati – ci vuole un prodotto che neutralizza per l’appunto il giallo. In commercio esistono appositi prodotti come gli shampoo anti giallo, quindi vi consiglio di prenderne uno.

2. Quanto dura il colore? Altra domanda che mi avete posto di frequente concerne la durata di questo genere di colorazione. Vi avviso, dovrete essere molto pazienti se propenderete per una capigliatura pastellosa (scusate ma non ho resistito!). Il colore infatti scarica molto in fretta; come e quanto dipende ovviamente dal vostro tipo di capello e da quante volte fate lo shampoo e aggiungerei anche dal tipo di colore scelto. Per quanto riguarda me e il mio capello, posso dirvi che scarica alla velocità della luce, ma considerate anche che avendo i capelli grassi sono costretta a lavarli tre volte alla settimana (si, lo so che non si dovrebbero lavare così spesso, ma provateci voi ad uscire con i capelli unti, io non ci penso minimamente…). Inoltre, ora che ho fatto i capelli viola, ho notato che questo colore rispetto al rosa rimane intenso più a lungo e soprattutto con i lavaggi non esce subito il biondo. Quindi tenete in conto che dovrete fare spesso dei bagni di colore per ravvivare i riflessi ma soprattutto per non far emergere il biondo sottostante (vi assicuro che l’effetto non è bello) e che la durata può variare da tanti fattori.

3. Come posso far durare a lungo il colore? E qui vi volevo, alla domanda clou, quella che mi avrete fatto un milione di volte, finalmente vi svelo il mio segreto. Che poi  tanto segreto ormai non lo è più dato che l’ho spifferato ai quattro venti. Ad ogni modo il segreto per mantenere a lungo questo colore senza dover andare sempre dal parrucchiere (anche perché diciamolo francamente, io sarei dovuta andare una volta alla settimana per mantenere il rosa e non sarebbe stato assolutamente fattibile, né lo avrei portato per più di un anno) sta nelle creme colorate. Sì, avete letto bene. Ricordate quando vi ho parlato di come mantenere a lungo il rosso? Vale lo stesso principio, le creme colorate sono la nostra salvezza. Io le consiglio praticamente a tutte e per tutti i colori di capelli perché onestamente ravvivano i riflessi e coprono anche i capelli bianchi, meglio di così.

Come fare i capelli rosa? Ecco tutti i prodotti che ho provato

4. Quale creme colorate scegliere? Io ne ho provate diverse, ma non tutte sono efficaci o per lo meno, non tutte danno i risultati sperati.

  1. I primi che ho provato me li ha regalati la mia parrucchiera, si tratta di prodotti professionali del brand Alter Ego, con cui mi sono trovata abbastanza bene. Semplice da usare, si applica dopo lo shampoo e lo si lascia in posa come fosse una maschera. Unica cosa che ho notato però è che il colore scaricava troppo in fretta.
  2. Poi è stata la volta dei famosissimi Colorista di L’Orèal sia in rosa che in viola ed onestamente non mi hanno convinta per due motivi. Il primo riguarda l’applicazione. Dovete prima farvi lo shampoo, poi asciugarvi i capelli e solo a questo punto applicare il colore, tenerlo in posa e poi risciacquarlo (senza shampoo) e finalmente procedere con lo styling: ma la doppia phonatura, anche no. Il secondo motivo invece, riguarda il risultato finale che come sempre cambia anche in base al colore scelto (oltre che al vostro tipo di capelli ovviamente): il rosa su di me era davvero blando, quasi impercettibile; il viola invece era più evidente ma sempre troppo chiaro (praticamente non si è accorto nessuno che li avevo fatti viola, solo qualche ciocca era un po’ più intensa ma nulla di che, insomma).
  3. Infine ho provato la maschera colorata di Maria Nila ed è stato amore. Si tratta di un prodotto naturale e non testato sugli animali che nutre i capelli e al tempo stesso li colora. Anche in questo caso si applica dopo lo shampoo come fosse una maschera e sebbene i tempi di posa indicati siano relativamente brevi, ho notato migliori risultati aumentandoli (generalmente lo tengo in posa per 30-40 minuti, se ho tempo anche 1 ora). Sino ad ora ho testato solo il rosa ma ho già ordinato la variante in viola (vi farò sapere se è altrettanto valida). Lo trovate sia su amazon che sul sito ufficiale Maria Nila (ma le spese di spedizione sono molto alte); io l’ho preso qui.

capelli rosa - alter ego

capelli rosa - colorista l'oreal

capelli rosa - maria nila pink pop

5. Posso usare solo la crema colorata per ottenere un buon risultato? Se siete bionde o avete dei colpi di sole, la risposta è si, ma ricordate che si tratta sempre di colorazioni non permanenti quindi tenderanno a scaricare con lo shampoo. Ovviamente questo potrebbe essere un bene per chi vuole solo sperimentare senza effettuare un vero e proprio stravolgimento. In realtà, sebbene io abbia cercato in giro colorazioni permanenti, devo ammettere che il mercato – per lo meno qui in Italia – scarseggia. Io ad esempio ho provato Instamatic di Wella, una colorazione semi permanente che ho trovato su Amazon. Ma ahimè è stata una delusione perché il colore ottenuto era troppo chiaro, quasi tendente ad un lilla/grigiolino (nonostante sulla confezione ci sia scritto “pink dream”); per fortuna lo avevo fatto applicare dalla mia parrucchiera che vedendo l’effetto, è subito intervenuta. L’avessi fatto da sola a casa avrei avuto dei seri problemi. Quindi tornando alla domanda principale, per il momento io mi sento di consigliare solo le creme colorate. Ma la mia ricerca continua, tranquille.

6. Che cosa stai facendo per curare i capelli dopo la decolorazione? Infine, mi domandate spesso cosa sto facendo per far recuperare i miei capelli dopo averli sottoposti a ben due – D U E – decolorazioni. Sarò onesta, la decolorazione li ha devastati, avendoli fini di mio, si sono parecchio rovinati, soprattutto le punte sono quelle che hanno accusato maggiormente il colpo. Considerate che non ho mai – e dico MAI – avuto i capelli secchi, ho la cute grassa e le lunghezze sono sempre state normali. Da quando li ho trattati invece sono diventati secchi, sfibrati e ingestibili. Capirete che sono dovuta subito correre ai ripari. Il mio miglior alleato è sempre lui, l’onnipresente olio di cocco. Faccio un impacco prima dello shampoo e lo tengo in posa minimo 30 minuti e poi procedo con un normale lavaggio. Purtroppo non posso usare prodotti eccessivamente nutrienti perché, anche se li applico solo sulle lunghezze, il capello si appesantisce ugualmente. Ecco perché prediligo sempre i trattamenti pre shampoo. Se voi non avete di questi problemi allora vi consiglio di usare anche altri prodotti in aggiunta agli impacchi. Inoltre sto prendendo degli integratori per rinforzare i capelli e anche questo mi sta aiutando parecchio.

Capelli rosa- trattamento

Forse ti interesserà leggere anche come mi prendo cura dei miei capelli

Di seguito vi mostro le varie fasi che ho attraversato, considerate che non sono mai stata totalmente rosa, ma ho sempre optato per una versione sfumata sulle lunghezze. Ad ogni modo spero di aver sciolto tutti i vostri dubbi ma se avete altre domande ovviamente chiedete pure.

capelli rosa

capelli rosa

capelli rosa

capelli rosa

E come vi dicevo, adesso ho optato per il viola. Che dite? Io sono abbastanza soddisfatta ma ammetto che il rosa mi manca un po’.

capelli viola

Comments

comments

Written by Francesca
Blogger dal 2010, studi giuridici e la passione per la scrittura. Ama raccontare il suo mondo "incantato" tra beauty, fashion & lifestyle.

Leave a Comment




Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.