Stile parigino: tre regole per vestire alla francese

Mi sono spesso chiesta come facciano certe donne ad avere un aspetto sempre impeccabile e al tempo stesso naturalmente semplice, persino indossando un banalissimo paio di jeans e una camicia bianca. Sembra quasi che per alcune la perfezione non sia una chimera, un traguardo irraggiungibile. Per alcune la classe e l’eleganza sono innate è vero, ma chissà perché le donne francesi hanno uno charme così potente da lasciarci tutte affascinate. Ci avete mai fatto caso?

Da sempre le icone di stile a cui ci siamo ispirate – e da cui ci lasciamo ispirare tutt’ora – sono francesi: pensate solo a Brigitte Bardot, Audrey Hepburn, Audrey Tautou, sino ad arrivare ai giorni nostri con Caroline de Margret e Jeanna Damas, giusto per citarne qualcuna.

Stile parigino: tre regole per vestire alla francese

Certo non occorre necessariamente nascere lungo le rive della Senna per avere questo charme, a volte basta semplicemente carpirne i segreti per poter fare proprio questo stile e sentirsi un po’ come le parigine.

E lo so cosa starete pensando, l’eleganza non è mica una qualità che si può emulare semplicemente indossando un determinato capo, è innata: o si ha oppure difficilmente la si potrà raggiungere. È anche vero però che ci sono degli elementi chiave che ricorrono sempre nei look francesi e che possiamo tentare di copiare per far nostro questo stile.

Stile parigino: tre regole per vestire alla francese

Tre regole per far proprio lo stile parigino

1. Parola d’ordine: naturalezza

Lo stile parigino si caratterizza per essere semplice e molto naturale. Le ragazze francesi sono spesso acqua&sapone, hanno un incarnato sempre fresco e naturale. Questo non vuol dire certo che non si truccano, anzi. Spesso dietro un make-up semplice si cela dietro tanto lavoro, ma l’effetto finale deve essere il più naturale possibile, senza pastoni o strati di fondotinta ben evidenti. Gli occhi sono quasi sempre leggeri, un filo di eye-liner e tanto mascara per aprire lo sguardo. Le labbra invece possono essere nude o avere un tocco di colore, rosso possibilmente.

Anche i capelli sono spesso lasciati al naturale, con quell’effetto finto spettinato che sta andando tanto nell’ultimo periodo. Legati in morbidi chignon o lasciati sciolti, quasi come se si fossero appena svegliate e non avessero avuto il tempo di sistemarli, ma sappiamo benissimo che invece ogni ciuffo “ribelle” è ben calcolato. Non lasciano nulla al caso e l’effetto finale è semplicemente perfetto.

2. Less is more

Lo diceva sempre Coco Chanel, mica una che in fatto di stile non se ne intende, quindi direi che forse è il caso di iniziare a prendere esempio da chi ha fatto la storia della moda. Per uno stile francese che si rispetti quindi, la semplicità è tutto e questo si rispecchia ovviamente anche sull’abbigliamento e sugli accessori indossati. Devono essere pochi e dalle linee basiche e pulite. Sì ad esempio a fili di collane da indossare sopra il pullover a collo alto o perle per illuminare i lobi. Nel dubbio, eliminate sempre qualcosa in modo da dare il giusto risalto all’accessorio scelto. Inoltre spesso sembra che gli accessori indossati dalle francesi abbiano un certo valore, questo non significa però che dovete necessariamente acquistare gioielli costosi. Esistono diversi brand di bijotteria che realizzano modelli più sofisticati ed eleganti che possono fare al caso nostro.

Questo concetto di “less is more” non riguarda solo gli accessori da indossare, è più un mood, un modo di essere che contraddistingue lo stile francese. Pochi colori, pochi pezzi e poche fantasie mixate tra loro. Le parigine non eccedono mai con abiti succinti o scollature vertiginose, riescono ad essere sensuali pur scoprendo pochissimi strati di pelle. Ed è alla loro sensualità sofisticata a cui dobbiamo mirare.

3. Un tocco luxury in ogni look

Questa è forse la parte più difficile da poter copiare perché non tutte abbiamo la possibilità di avere nel nostro guardaroba un capo di fascia alta come una it bag o un paio di scarpe (avete presente le famose bicolor Chanel? Ecco, proprio quelle!). Le ragazze francesi sono bravissime nel mixare sapientemente capi lussuosi con altri decisamente low cost. Noi potremmo provare ad imitarle iniziando magari da un paio di occhiali da sole costosi (con lente grande e scura possibilmente). Inoltre anche quando si indossano capi low cost, ricordatevi che questi devono essere in perfetto stato, non sgualciti né rovinati, non devono presentare loghi o scritte eccessive (e questo vale anche per i capi costosi). Insomma prediligete capi di abbigliamento che pur rimanendo economici possano sembrare – ed essere – di qualità. E sbirciate sempre i mercatini vintage: lì si possono trovare delle vere chicche e fare ottimi affari.

Stile parigino: tre regole per vestire alla francese Stile parigino: tre regole per vestire alla francese Stile parigino: tre regole per vestire alla francese

Stile parigino: tre regole per vestire alla francese

Capi chiave su cui puntare 

Una volta capito che lo stile francese è la naturale attinenza all’eleganza e all’essere sofisticate, possiamo provare a realizzare un look à la parisienne puntando su quei capi chiave che lo richiamano.

Immancabile è il trench, il capospalla evergreen è il simbolo dell’ eleganza incontrastata e non è un caso infatti se Michael Kors ha più volte affermato «Metti un trench, e all’improvviso ti senti Audrey Hepburn che passeggia lungo la Senna». Creato da Burberry per l’esercito, il trench – che significa “cappotto da trincea” – è da sempre associato a questa maison ma per fortuna tantissimi sono i brand che presentano nelle loro collezioni uno o più modelli dell’iconica giacca, dalle più famose catene low cost come Zara e H&M a brand come Esprit che oltre al prezzo contenuto assicura anche qualità dei tessuti. Il perfetto look parigino vede il trench declinato nel classico color cammello o khaki, ma potete puntare anche su colori pastello come il rosa o carta da zucchero.

Ballerine modello Chanel e in generale scarpe che rispecchiano l’aria da “brava ragazza” che spesso hanno le francesi, per cui puntate su stringate, tronchetti alla caviglia e slingback (il tacco poi non è mai troppo alto). Non può mancare neppure un blazer dal taglio sartoriale da indossare sui blue jeans e una camicia bianca, possibilmente dal taglio lineare e in cotone. Anche il pullover a righe (bianco-blu o bianco-nero) ricorre spesso nei look delle ragazze francesi e non può mai mancare un cappello come il basco da portare rigorosamente con qualche ciuffo che cade lateralmente sul viso. Infine a completare ogni look francese che si rispecchi non possono mancare occhiali da sole con lente grande e scura.

Stile parigino: tre regole per vestire alla francese

[ph credits: Pinterest]

Comments

comments

Written by Francesca
Blogger dal 2010, studi giuridici e la passione per la scrittura. Ama raccontare il suo mondo "incantato" tra beauty, fashion & lifestyle.

Leave a Comment




Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.